fbpx

Pianta.me - Coltiviamo la felicità

SHORTLIST

Cosa facciamo?

Pianta.me, coltivare in casa in modo semplice condividendo la propria esperienza.
Pianta.me permette di adottare una serra indoor hi-tech costruita con materiali di recupero e offre l’opportunità di condividere la propria felicità con la community.
Molte persone, in particolare quelle che vivono in ambienti urbani, vorrebbero riuscire a coltivare delle piante in casa, ma non hanno né i mezzi né le conoscenze adeguate.
Si sentono spesso racconti di tentativi fallimentari di coltivazione di piccole piante ornamentali o aromatiche, che alimentano vissuti di frustrazione e un senso di incapacità.
Pianta.me risolve questo problema attraverso l’utilizzo di serre dotate di strumenti tecnologici per una coltivazione più semplice ed accessibile, anche per chi ritiene di avere un pollice verde “letale”.
In questo modo tutti potranno giovare della coltivazione, azione associata comunemente al benessere e al senso di soddisfazione personale per essersi presi cura di qualcosa.
Ci proponiamo di costruire una community in cui favorire lo scambio di consigli, successi e (si spera pochi) insuccessi, permettendo l’incontro di persone che vogliono coltivare questa passione e condividere la loro felicità.
Il processo della ricerca della felicità grazie alla coltivazione sarà innescato da un veicolo dedicato alla Community: il Pianta.me Truck.
Il Pianta.me Truck è un veicolo attrezzato, presente periodicamente in differenti punti della città, che permette alla community di avere un luogo fisico dove incontrarsi, progettare e adottare le serre insieme al team che presenzierà con il veicolo agli incontri.
Sarà inoltre possibile personalizzare le serre per adattarle il più possibile all’ambiente domestico.
Il periodo di adozione varierà a seconda del tipo di coltivazione scelta, in modo da permettere a chiunque di vivere questa esperienza responsabilmente, ma non in modo per forza definitivo.
Pianta.me, coltiviamo la felicità insieme.

Chi siamo?

Ci siamo conosciuti in un FabLab guardando una serra e abbiamo scoperto la nostra passione comune per l’ecosostenibilità e la natura.
Letizia Biso, 29 anni, sarzanese di nascita, prima pisana e poi parmigiana d’adozione. Specializzanda in psichiatria, nerd, appassionata di divulgazione scientifica, musica, gatti e viaggi. Prima o poi prenderà una laurea in fisica. Non ha il pollice verde, ma ci prova lo stesso.
Marco D’Angelo, 30 anni, pugliese di nascita e parmigiano d’adozione. Growth Hacker e founder di una startup in ambito foodtech. Appassionato di manga e anime. Prima o poi farà un corso di teatro. Non ama mangiare le verdure, ma ama coltivarle.
Giovanni Saverio Tomai, project manager. Nato in Puglia, vive a Reggio Emilia e lavora a Parma. Appassionato di pesca e natura. Prima o poi pescherà in Antartide. Non ha un balcone, ma coltiva le alghe nel suo acquario.
Abbiamo scelto ThinkBig per realizzare il nostro sogno di rendere felici le persone condividendo l’amore per la natura.

Contatti: Marco D'Angelo marco.dangelo@hotmail.it

Perchè lo facciamo?

Pianta.me vuole soddisfare il bisogno di benessere e di gratificazione per essersi presi cura di qualcosa, facilitando la coltivazione all’interno delle proprie case.
Per Pianta.me l’obiettivo principale è contribuire alla felicità della nostra città e vogliamo raggiungerlo partendo dall’adozione di 100 serre in 1 anno.
Abbiamo intervistato più di 200 parmigiani di tutte le fasce d’età.
L’80% ha affermato di voler coltivare delle piante in casa, ma di non sentirsi in grado o di averci provato con risultati fallimentari. Il 76% di quelli che ci sono riusciti ha riportato un senso di soddisfazione, appagamento e maggiore felicità, pertanto Pianta.me vuole portare la natura nelle case delle persone affinché il sentimento di frustrazione sia sostituito da uno di felicità. Il feedback ottenuto dal questionario ha rafforzato la nostra idea della serra come strumento utile all’auto-miglioramento e al self-care.
Vogliamo promuovere la coltivazione di varietà locali, attraverso un viaggio alla scoperta delle tradizioni regionali, aiutando la salvaguardia della biodiversità.
Il senso di isolamento in alcune persone permane anche nelle aree urbane, Pianta.me si propone di costruire una community che metta in contatto persone esperte e novizi, innescando meccanismi di aiuto reciproco, favorendo un circolo virtuoso volto al miglioramento personale e al benessere della comunità.

Cosa ci aspettiamo?

Pianta.me porterà nelle case dei parmigiani dei dispositivi ecologici hi-tech.
L’idea è resa innovativa dalla possibilità di adottare (anche per un breve periodo) una serra, dai suoi materiali costruttivi, dall’alta tecnologia di cui è dotata (rispettosa del corretto impatto ambientale), e dalla possibilità di condividere con una community un’attività che è stata considerata quasi sempre individuale.
I genitori adottivi della serra si avvicineranno alla natura e riscopriranno i suoi ritmi, tornando ad uno stile di vita più “lento” e rispettoso dei tempi che Madre Natura impone.
Le piante non saranno più viste come organismi che si generano automaticamente all’interno di un supermercato, sempre tutti uguali, ma come veri e propri esseri viventi che hanno bisogno di tempo per crescere e maturare.
La coltivazione con Pianta.me sarà comunque meno impegnativa e faticosa rispetto a quella dei nostri nonni contadini, in modo da renderla alla portata di tutti, anche di chi non è mai stato in grado di far sopravvivere una pianta grassa.
Prendersi cura di una pianta, vederla crescere e mangiare i suoi frutti aumenterà i livelli di autostima e benessere.
Nel lungo periodo ci aspettiamo che più persone si avvicinino ad uno stile di vita più sostenibile, consapevoli anche del miglioramento che porteranno alla loro stessa vita.
L’adozione delle serre, infine, aprirà la possibilità a “passaggi di consegne”, dove la serra potrà passare di mano in mano portando in nuove case la felicità.
Condivisione, soddisfazione e benessere saranno i pilastri di una città più felice.

Quanto ci serve da ThinkBig? EUR 50.000,00

Al BalcÓn

All’uscio

B.R.A.C.I.

Cantieri Culturali

Ci sono anch’io

Cinema & Gestalt

Compety

Distopie

Drinkit

Entra in gioco!

EquaMente

Excurious Path

Fatto a Parma

Fleople.com

Fuori dal Coro

Guide Junior

Gustiamoci!

Human Books

Idee in LUP

Il Fontanone

ImproveOltretorrente

ImPRoving our city

In strada caduti in strada rinati

Insure Space

L’astronave di Babu

Langhirano – la Città del Vino

Leggende e sentieri d’Appennino

Logos P.E.C.

Luoghi in Comune, generazioni connesse

Monte Fuji

MU.DI.CO.

Officina “Cre-arti”

Panchina Post Pandemica

Panes – Mixing Cultures

Parma Positiva

Parma Street Art Festival

Parma Tales

Persona

Pianta.me

Profashion

Quartieri d’arte

Radici Ibride

Residenza d’Artista

Sliding Doors

Social Circus

Society

Storie di Coraggio

Storie fatte in casa

Tango terapia di gruppo

TANGRAM

Teatro Migrante

Torniamo al NOI

Trame (tra me e te)

Tutto per un corno

Ventie20

Vertical Farming Education

vie di pASSAGGIO

With Me

WorkAround