Domande frequenti

Hai qualche dubbio sulla procedura di selezione delle candidature? Vuoi saperne di più sull'avvio dei progetti? Non riesci a capire come votare la tua idea preferita?
Allora sei nel posto giusto! E se proprio non siamo riusciti a rispondere alla tua domanda, inviacela dalla pagina Contatti. Le più interessanti finiranno sulle FAQ.

Basta compilare la scheda di partecipazione relativa alla linea di finanziamento scelta (Linea 1 – Realizza la tua idea o Linea 2 – Dai talenti alle competenze) direttamente qui sul sito www.thinkbigparma.it, alla pagina “Invia la tua idea”. È possibile inviare la propria idea dal 24 settembre fino al 3 novembre 2018 (PROROGA fino alle 23.59 del 18 novembre). Tutte le proposte ricevute saranno pubblicate sul sito internet. Per partecipare, è indispensabile possedere i requisiti indicati dal testo della chiamata di idee progettuali.

Gruppi non organizzati formalmente in associazione né società, enti e organizzazioni comunque denominate già formalmente costituite prima dell’invio della domanda di partecipazione a ThinkBig. Ciò non vuol dire che se fai parte di un’associazione non puoi partecipare: puoi farlo, ma solo a titolo personale, non per conto dell’associazione, e gli altri componenti del gruppo non devono essere tutti membri della stessa associazione.

No, il requisito della residenza deve essere posseduto da almeno i due terzi dei componenti del gruppo.

È l’elenco delle idee ammesse alla fase di progettazione esecutiva e riunisce sia le due più votate dalla community online che quelle giudicate finanziabili dalla giuria per entrambe le linee di finanziamento. La shortlist sarà pubblicata entro il 21 dicembre 2018. Tra questo elenco verranno selezionati i progetti vincitori di ThinkBig, che saranno finanziati e accompagnati da formatori esperti per un anno dall’avvio.

Le buone idee crescono quando vengono condivise. ThinkBig vuole provare a lanciare un modello di condivisione del pensiero per cui è necessario scambiarsi idee e piani di realizzazione, avviare insieme il proprio lavoro e, perché no, allearsi. Inoltre le idee devono essere visibili per poter essere votate dalla comunità.

I gruppi informali autori di tutte le idee inserite nella short list saranno invitati a un workshop sulla progettazione, un incontro di due giorni a Parma in programma entro dicembre 2018. La due giorni sarà un’occasione di conoscenza, confronto e lavoro sulle idee progettuali tra i partecipanti selezionati e la giuria e sarà propedeutico alla fase di progettazione esecutiva.

Dal 19 al 30 novembre la community online potrà votare, secondo le modalità indicate sul sito www.thinkbigparma.it, le proposte giudicate migliori. La proposta più votata per ciascuna linea di finanziamento, purché in possesso dei requisiti formali richiesti dal bando, sarà ammessa di diritto alla fase della progettazione esecutiva.

Le idee progettuali saranno valutate da una Commissione composta da 5 esperti: 3 indicati dalla Fondazione Cariparma; 2 dalla Libera Università dell’Educare (LUdE). I componenti della giuria saranno presentati su questo sito nelle prossime settimane.

Le idee progettuali saranno valutate attraverso i seguenti criteri:

  • Caratteristiche del gruppo proponente
  • Qualità del progetto
  • Fattibilità
  • Impatto sociale e civile
  • Innovazione

La Linea 1 di finanziamento è dedicata a finanziare IDEE e PROGETTI per cambiare il futuro dei giovani e di Parma, mentre la Linea 2 è dedicata a finanziare CORSI DI FORMAZIONE proposti dai giovani per aumentare e diversificare le loro competenze.

Quindi se sai già cosa faresti per migliorare Parma e incidere sul tuo futuro, non avere alcun dubbio e partecipa alla Linea 1. Invece, se vuoi avere l’opportunità di imparare da professionisti che ammiri, partecipa alla Linea 2.

Sì!

Ti ricordiamo però che la Linea 1 è dedicata a finanziare IDEE e PROGETTI, mentre la Linea 2 è dedicata a finanziare FORMAZIONE. Per partecipare ad entrambe le linee devi quindi presentare due proposte diverse.

È il documento che conterrà il progetto esecutivo e le modalità di utilizzo e di erogazione del finanziamento, e verrà sottoscritto singolarmente dalla LUdE con ciascun gruppo vincitore prima della fase di avvio del progetto.

Il contributo economico è una liberalità a fondo perduto.

L’idea appartiene a chi l’ha elaborata, sempre 😀

Non è necessario allegare un cv formale. Serve capire chi siete, quale esperienza avete maturato circa l’oggetto della vostra proposta, perché avete scelto di lavorarci insieme.

In questa fase è sufficiente una stima dei costi, ovviamente realistica anche se non ancora precisa.