fbpx

Cos’è ThinkBig?

È la seconda edizione della call con cui la Fondazione Cariparma e la Libera Università dell’Educare (LUdE) si rivolgono ai giovani di Parma per promuovere e facilitare la loro partecipazione ai processi di sviluppo locale.

Gli under 35 sono invitati a proporre idee nei seguenti ambiti d’intervento: valorizzazione e tutela del territorio, economia e innovazione, inclusione sociale.

Da parte loro, la Fondazione Cariparma e la Libera Università dell’Educare mettono a disposizione risorse economiche per la realizzazione delle idee dei giovani, competenze professionali per l’attivazione di percorsi di accompagnamento individualizzati nelle diverse fasi del lavoro, con lo scopo di sostenere la trasformazione di idee in progetti concreti.

A chi è rivolto?

Possono presentare proposte giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni residenti nella provincia di Parma o iscritti all’Università di Parma o con sede di lavoro nella provincia di Parma alla data di presentazione della domanda, organizzati in gruppi informali composti da un minimo di 3 persone.

La prima fase

A partire dal 16 marzo e fino al 26 giugno 2020 (la scadenza è stata aggiornata l’8 maggio) è possibile inviare la propria idea compilando il form che si trova nella sezione dedicata del sito. Tutte le proposte ricevute saranno pubblicate. All’interno del bando sono presentate le fasi successive di ThinkBig, con la pubblicazione della graduatoria finale prevista per il 25 settembre 2020.

ThinkBig è un’iniziativa della Fondazione Cariparma e della LUdE

La missione della Fondazione Cariparma è accrescere il benessere sociale della Comunità parmense attraverso l’erogazione di risorse finanziarie e contribuendo alla definizione delle azioni e degli interventi dei quali la Comunità necessita.

www.fondazionecrp.it

La Libera Università dell’Educare nasce nel 2012 dall’iniziativa di alcuni studiosi e professionisti per condividere sul territorio nazionale imprese formative, eventi culturali, confronti scientifici intorno ai temi dell’educazione.

www.ludeducare.it

Invia l'idea

(Max 140 caratteri)
Composizione, motivi alla base dell’aggregazione, motivi legati alla scelta di partecipazione al bando, caratteristiche dei partecipanti. IMPORTANTE: il bando richiede come requisiti di ammissibilità che i componenti del gruppo informale abbiano TUTTI meno di 35 anni e che almeno i due terzi del gruppo viva, studi o lavori tra Parma e provincia - Max 1.000 caratteri
Descrivere cosa si intende proporre in forma narrativa - Max 2.000 caratteri
Provate a individuare l’ambito di interesse generale nel quale la vostra idea può essere inserita, consultando l’elenco contenuto nell’allegato 1 della Riforma del Terzo Settore (Scarica l'allegato 1)
Indicare i bisogni sui quali l’idea progettuale intende agire - chi sono i soggetti portatori dei bisogni e interessati dal progetto - perché avete individuato proprio queste esigenze - quali obiettivi vi ponete in relazione a bisogni e persone coinvolte - Max 1.500 caratteri
Quali azioni prevedete di fare, quali partner con quale ruolo) - Max 2.000 caratteri
Indicate i fattori innovativi dell’idea progettuali, i risultati attesi, l'impatto sulla comunità nel breve e lungo periodo - Max 2.000
Indicare l'entità della richiesta di finanziamento e la suddivisione del budget per macro voci di spesa
Indicate la durata del progetto
Inviate una fotografia o un'illustrazione o un video che descriva il gruppo informale e/o l'idea progettuale. I formati ammessi sono: .jpg, .png, .gif., .doc, .ppt, .pdf, .mp4, .mpg, .mov, .wmv
Siate creativi: avete la possibilità (non l'obbligo) di inviarci un video per raccontare la vostra proposta. Copiate qui il link WeTransfer o quello dello strumento per l'invio di file di grandi dimensioni che avete usato.

I vostri contatti

Il nome del portavoce del gruppo, cioè la persona che terrà le comunicazioni con lo staff di ThinkBig
La mail del portavoce del gruppo.
Il numero di telefono del portavoce del gruppo.

Privacy

I dati raccolti sono trattati e conservati da incaricati della LUdE e della Fondazione Cariparma esclusivamente per le finalità della presente chiamata di idee, denominata Think Big: cliccando sul pulsante INVIA acconsentite al loro trattamento. Qui trovate maggiori informazioni sul trattamento dei dati personali.

Faq

Come faccio a partecipare a ThinkBig?

Scarica il bando cliccando sul banner in homepage, leggilo con attenzione e poi sarà sufficiente compilare il form “Invia l’idea”, anche questo disponibile su questo sito.

Quali sono le risorse a disposizione?

ThinkBig mette complessivamente a disposizione dei partecipanti fino a un massimo di € 500.000 in funzione della qualità progettuale delle richieste pervenute. Il finanziamento massimo assegnabile a ciascuna idea progettuale è di € 50.000.

Cosa si intende per gruppi informali?

Gruppi non organizzati formalmente in associazione, né società, enti e organizzazioni già formalmente costituite prima dell’invio della domanda di partecipazione a ThinkBig. Ciò non vuol dire che se fai parte di un’associazione non puoi partecipare: puoi farlo, ma solo a titolo personale, non per conto dell’associazione, e gli altri componenti del gruppo non devono essere tutti membri della stessa associazione.

Quali sono gli ambiti di attività individuati dalla Riforma del Terzo Settore?

Ambiti di attività esplicitati dalla normativa di riferimento (D.lgs. 117/2017 e d.lgs. 112/2017) discriminanti nella declinazione della propria idea progettuale.

– interventi e servizi sociali e per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone disabili;
– interventi e prestazioni sanitarie;
prestazioni socio-sanitarie;
– educazione, istruzione e formazione professionale e le attività culturali di interesse sociale con finalità educativa;
– interventi e servizi finalizzati alla salvaguardia e al miglioramento delle condizioni dell’ambiente e all’utilizzazione accorta e razionale delle risorse naturali, con esclusione dell’attività, esercitata abitualmente, di raccolta e riciclaggio dei rifiuti urbani, speciali e pericolosi, e alla tutela degli animali e prevenzione del randagismo;
– interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e del paesaggio;
formazione universitaria e post-universitaria;
– ricerca scientifica di particolare interesse sociale;
– organizzazione e gestione di attività culturali, artistiche o ricreative di interesse sociale, incluse attività, anche editoriali, di promozione e diffusione della cultura e della pratica del volontariato e delle attività di interesse generale;
– radiodiffusione sonora a carattere comunitario;
– organizzazione e gestione di attività turistiche di interesse sociale, culturale o religioso;
– formazione extra-scolastica, finalizzata alla prevenzione della dispersione scolastica e al successo scolastico e formativo, alla prevenzione del bullismo e al contrasto della povertà educativa;
– servizi strumentali ad enti del terzo settore resi da enti composti in misura non inferiore al settanta per cento da enti del terzo settore;
– cooperazione allo sviluppo;
– attività commerciali, produttive, di educazione e informazione, di promozione, di rappresentanza, di concessione in licenza di marchi di certificazione, svolte nell’ambito o a favore di filiere del commercio equo e solidale, nello specifico un rapporto commerciale con un produttore operante in un’area economica svantaggiata, situata solitamente in un paese in via di sviluppo, sulla base di un accordo di lunga durata. Il rapporto deve essere finalizzato a promuovere l’accesso del produttore al mercato prevede il pagamento di un prezzo equo, misure di sviluppo in favore del produttore e l’obbligo del produttore di garantire condizioni di lavoro sicure, nel rispetto delle normative nazionali ed internazionali, in modo da permettere ai lavoratori di condurre un’esistenza libera e dignitosa, e di rispettare i diritti sindacali, nonché di impegnarsi per il contrasto del lavoro infantile;
– servizi finalizzati all’inserimento o al reinserimento nel mercato del lavoro dei lavoratori e delle persone svantaggiate, con disabilità, beneficiarie di protezione internazionale o senza fissa dimora;
– alloggio sociale e ogni altra attività di carattere residenziale temporaneo diretta a soddisfare bisogni sociali, sanitari, culturali, formativi o lavorativi;
– accoglienza umanitaria ed integrazione sociale dei migranti;
– agricoltura sociale;
– organizzazione e gestione di attività sportive dilettantistiche;
– beneficenza, sostegno a distanza, cessione gratuita di alimenti o prodotti o erogazione di denaro, beni o servizi a sostegno di persone svantaggiate;
– promozione della cultura della legalità, della pace tra i popoli, della nonviolenza e della difesa non armata;
– promozione e tutela dei diritti umani, civili, sociali e politici, nonché dei diritti dei consumatori e degli utenti, promozione delle pari opportunità e delle iniziative di aiuto reciproco, incluse le banche dei tempi e i gruppi di acquisto solidale;
– cura di procedure di adozione internazionale;
– protezione civile;
– riqualificazione di beni pubblici inutilizzati o di beni confiscati alla criminalità organizzata.

Tutti i componenti del gruppo devono avere i requisiti richiesti per partecipare?

Il bando richiede come requisiti di ammissibilità che i componenti del gruppo informale abbiano TUTTI meno di 35 anni e che almeno i due terzi del gruppo viva, studi o lavori tra Parma e provincia

Quanto dura il percorso di ThinkBig?

Di seguito le fasi della call. È possibile che alcune delle date indicate subiscano modifiche:

Fase 1
Fino al 26 giugno 2020 Fino al 26 giugno 2020 sarà possibile inviare la propria idea progettuale seguendo le istruzioni presenti sul sito www.thinkbigparma.it. Tutte le proposte ricevute saranno pubblicate sul sito internet.

Fase 2
Dal 6 luglio al 12 luglio 2020 chiunque potrà votare le proposte pubblicate sul sito e giudicate migliori, secondo le modalità indicate sul sito www.thinkbigparma.it.
La proposta più votata entrerà di diritto nella short list dei progetti finanziabili.

Fase 3
Entro il 18 luglio 2020 la Commissione pubblicherà la short list delle idee finanziabili.
I gruppi selezionati parteciperanno al primo Idea Camp, a distanza, che si terrà il 23 e 24 luglio 2020. A conclusione di questo appuntamento i gruppi dovranno compilare il progetto di fattibilità attraverso una scheda analitica definitiva, da consegnare entro l’11 settembre 2020.

Fase 4
Entro il 25 settembre 2020 la Commissione pubblicherà la graduatoria definitiva dei progetti ammessi a finanziamento.

Fase 5
Entro il 16 ottobre 2020 si stipuleranno specifici accordi di sviluppo con gli enti neocostituiti dai promotori dei progetti e si potrà quindi avviare la fase esecutiva. I progetti dovranno prevedere una durata massima di 12 mesi dalla data di stipula dell’accordo. Per tutta la durata dei progetti, il gruppo di lavoro della Fondazione Cariparma e della LUdE sosterrà i giovani impegnati a sviluppare il lavoro sul territorio con un apposito gruppo di lavoro multidisciplinare.

Cosa succede in caso di approvazione della mia idea?

In caso di approvazione del progetto i gruppi informali dovranno:
1. essere disponibili a partecipare, per la durata delle attività previste nel progetto, a momenti di elaborazione formativa dell’esperienza, a incontri con gli altri gruppi finanziati e a eventuali momenti di presentazione pubblica dell’esperienza;
2. costituirsi nelle forme giuridiche previste dal Regolamento dell’attività erogativa di Fondazione Cariparma.

Hai un dubbio?