fbpx

Torniamo al NOI - facilitatori di processi relazionali -

Torniamo al NOI

Cosa facciamo?

L’emergenza sanitaria da Covid-19 ha prodotto effetti sociali, psicologici, ed economici profondi che hanno modificato all’improvviso tutta la nostra vita.
Sul piano psicologico, al trauma legato all’evento inaspettato e incontrollato si è aggiunto l’isolamento prolungato, che non solo è stato fonte di stress acuto ma ci ha anche progressivamente disabituati al “noi”, al noi in relazione all’altro, al noi come aggregazione, con conseguenti effetti sociali a lungo termine. Per prevenire una sindrome traumatica collettiva e affrontare la paura del ritrovarsi e del contatto, crediamo sia necessario un lavoro di facilitazione dei processi relazionali e aggregativi.
Gli effetti economici, rischiano di aggravare la condizione di isolamento, a causa delle scarse risorse a disposizione delle famiglie, da investire nelle attività di socializzazione (culturali, sportive, ricreative ecc.). Di fronte ad uno scenario in cui le associazioni culturali e dilettantistiche sportive, che rappresentano più di un milione di lavoratori, nonché risorsa sociale imprescindibile come strumento di ritorno alla normalità, rischiano la chiusura definitiva, noi possiamo fare qualcosa.

L’idea consiste nell’offrire alla cittadinanza, attraverso il coinvolgimento di luoghi di ritrovo e aggregazione strategici (Centro per le Famiglie, associazioni dilettantistiche sportive, associazioni culturali e Laboratori Famiglia) opportunità di relazione, mediate e facilitate da attività co-terapeutiche (Pet-therapy, musicoterapia, arteterapia, yoga). L’attivazione di sinergie tra luoghi di ritrovo comunitari, centri sportivi, culturali e le famiglie, faciliterà i processi di ripresa psicologica, sociale ed economica del territorio. Le attività, artistiche, culturali e sportive, gratuite per le famiglie, saranno proposte e attivate da un team di giovani professionisti nell’ambito del sostegno psicologico, educativo e del counseling, che metteranno in campo competenze e strategie per facilitare la ripresa di processi relazionali comunitari.

Chi siamo?

Siamo un gruppo di giovani professionisti nell’ambito psicologico/educativo che sente l’esigenza di mettere le proprie competenze al servizio della città, costruendo un contesto che favorisca l’elaborazione del trauma legato all’emergenza sanitaria e faciliti la rinascita delle relazioni tra persone, che tra le mura delle nostre case, degli ospedali, si sono improvvisamente interrotte, generando in noi un senso di paura, ansia, solitudine e impotenza. Questo progetto ci consente di metterci in gioco fino in fondo, uscendo dagli schemi, utilizzando tecniche alternative, co-terapeutiche, per abbattere i muri dell’isolamento e tornare al “NOI”.
Alessia Moschen (Milano, 1984), Dott.ssa in Psicologia, Progettista Sociale
Alice Festuccia (Rieti, 1990), Dott.ssa in Psicologia, Operatrice Sociale
Francesca Giordano (Policoro MT, 1997), Dott.ssa in Scienza dell’Educazione, Educatrice
Giada Pezzani Fiocchi (Milano, 1996), Laureanda in Scienze dell’Educazione e della Formazione primaria.

Contatti: Alessia Moschen alessia.moschen@gmail.com

Perchè lo facciamo?

La città di Parma negli ultimi vent’anni ha investito molto sul welfare generativo e sulla cittadinanza attiva con l’obiettivo di far fronte a criticità e bisogni di nuove forme familiari, dell’indebolimento dei legami sociali, generazionali e familiari, accentuati dall’incremento dei processi migratori. Questo investimento ha portato alla nascita di una rete comunitaria Co-costruita tra istituzioni, associazioni, tutti gli enti del non profit, e soprattutto con i cittadini e le famiglie; basata sul senso di appartenenza e di solidarietà, sullo scambio e sul dono.
In questo momento storico così difficile, il lungo lavoro e i risultati raggiunti negli anni rischiano di essere vanificati da un trauma collettivo che ha chiuso le nostre menti e i nostri cuori, non solo le zone geografiche del nostro paese. Abbiamo vissuto uno stress acuto a seguito del quale è necessario ripartire con un lavoro di elaborazione dell’evento e con strategie di facilitazione di processi relazionali, per prevenire una sindrome traumatica che possa degenerare in depressione collettiva e in un cambiamento sociale radicale e permanente.
Obiettivi: facilitare i processi relazionali comunitari; offrire opportunità di socializzazione per le famiglie attraverso attività artistiche (arteterapia), musicali (musicoterapia), sportive (yoga e Pet-therapy); sostenere l’associazionismo locale favorendo la partecipazione delle famiglie alle attività socializzanti.

Cosa ci aspettiamo?

Il cambiamento che ci attendiamo è racchiuso nel ritorno al pronome plurale “NOI”, per riappropriarsi di una dimensione collettiva e riscoprire il piacere di stare insieme.
I fattori innovativi che renderanno possibile il cambiamento sono le sinergie attivate tra pubblico, privato, terzo settore, associazionismo, comunità e famiglie; l’utilizzo di tecniche co-terapeutiche (come l’arteterapia, la musicoterapia, la pet-therapy e lo Yoga) e il ruolo di facilitazione dell’equipe di esperti nel settore psicologico/educativo.
Il cambiamento avverrà innescando un circolo virtuoso a sostegno della Comunità di Parma partendo del supporto alle famiglie, che a loro volta sosterranno economicamente il terzo settore, l’associazionismo, da sempre connettore sociale e forza dinamica del nostro Paese.
Le attività co-terapeutiche rivolte alle famiglie, svolte presso le sedi partner di progetto, e facilitate dal gruppo informale di professionisti, attiveranno processi relazionali e aiuteranno la ripartenza di momenti di socializzazione attraverso la partecipazione, in piccoli gruppi (4/5 bambini) ad attività sportive, artistiche, culturali e di pet-therapy. Gli aspetti terapeutici delle co-terapie sui disturbi d’ansia, sono noti da molti anni e di recente sperimentati e validati in molti ambiti medico-sanitari.

Quanto ci serve da ThinkBig? EUR 50.000,00

Al BalcÓn

All’uscio

B.R.A.C.I.

Cantieri Culturali

Ci sono anch’io

Cinema & Gestalt

Compety

Distopie

Drinkit

Entra in gioco!

EquaMente

Excurious Path

Fatto a Parma

Fleople.com

Fuori dal Coro

Guide Junior

Gustiamoci!

Human Books

Idee in LUP

Il Fontanone

ImproveOltretorrente

ImPRoving our city

In strada caduti in strada rinati

Insure Space

L’astronave di Babu

Langhirano – la Città del Vino

Leggende e sentieri d’Appennino

Logos P.E.C.

Luoghi in Comune, generazioni connesse

Monte Fuji

MU.DI.CO.

Officina “Cre-arti”

Panchina Post Pandemica

Panes – Mixing Cultures

Parma Positiva

Parma Street Art Festival

Parma Tales

Persona

Pianta.me

Profashion

Quartieri d’arte

Radici Ibride

Residenza d’Artista

Sliding Doors

Social Circus

Society

Storie di Coraggio

Storie fatte in casa

Tango terapia di gruppo

TANGRAM

Teatro Migrante

Torniamo al NOI

Trame (tra me e te)

Tutto per un corno

Ventie20

Vertical Farming Education

vie di pASSAGGIO

With Me

WorkAround