fbpx

In strada caduti in strada rinati - Due percorsi e una memoria da non perdere

SHORTLIST

Cosa facciamo?

“In strada caduti in strada rinati” nasce dalla volontà di riportare alla luce e rendere percorribili due episodi della memoria storica della città di Parma.
Attraverso interventi artistici di valorizzazione dei luoghi, si raccontano le storie delle Barricate durante la resistenza parmigiana del 1922 e dei cittadini deportati nei campi di sterminio nazisti, i cui nomi sono incisi sulle pietre d’inciampo.

A tal fine proponiamo la realizzazione di un percorso che si svilupperà su due differenti fronti: fisico e virtuale.

Il tour fisico prevede un percorso su strada le cui tappe raccontano, attraverso pitture murarie e installazioni artistiche, episodi e protagonisti di queste storie.
Ogni tappa vede la presenza di un’opera e di un cartello esplicativo riportante le informazioni minime, un QRcode e un link di rimando alla piattaforma online.
Scansionando il QRcode o accedendo alla piattaforma multimediale si giunge al tour virtuale il quale vede la presenza di una mappa interattiva segnalante tutte le tappe del tour fisico. Con un semplice clic sulle tappe segnalate dalla mappa si ha accesso a contenuti multimediali di vario genere, quali foto, illustrazioni, video, podcast e testo, che arricchiscono e completano l’esperienza.
Il progetto intende coinvolgere non solo i giovani del territorio,ma anche le realtà istituzionali e associative attraverso percorsi di formazione,workshop e attività che permettano loro di sperimentare e sperimentarsi, acquisendo nuove competenze e diventando essi stessi creatori dei contenuti.

Nel 2022 ricorrerà il centenario delle Barricate di Parma e i 77 anni dalla Liberazione. Ciò che connette e lega questi eventi, non solo idealmente, sono le persone che hanno vissuto e sono morte, cittadini di ogni età.

È a tutto questo che vogliamo dare vita, creare un percorso che accompagni chi cerca, ma anche chi capita per caso, sulle tracce di queste storie che rischiano di farsi dimenticare.

Chi siamo?

Il gruppo, formatosi a Parma in ambito universitario, è composto da:
Amapani Giuseppe: 24 anni, laureando in “Storia e critica d’arte e spettacolo” presso UNIPR e curatore artistico per MERIDIANS ONLUS -Festival Mundi- dal 2018, nonché collaboratore della GALERIE LA PIERRE LARGE -Strasburgo-.
Di Matteo Sante: 28 anni, laureando in “Giornalismo e cultura editoriale” presso UNIPR. organizzatore eventi e correttore di bozze ℅ l’ATHENAEUM LIBRI, collaboratore presso MEDIAMUSEUM.
Di Salvo Cinzia: 26 anni, laureanda in “Giornalismo e cultura editoriale” presso UNIPR, collaboratrice ℅ ASS.CULT. “LUIGI BATTEI” .Partecipazione al progetto di YoungERcard ℅ il Centro Giovani “Officina Giovani” -Collecchio-.

Abbiamo scelto di cogliere questa opportunità spinti dal comune interesse per l’arte, la storia e la cultura, intese come strumenti di rafforzamento dell’identità sociale, desiderosi di sperimentarci e di realizzare un contenuto nuovo nel contesto della città che ci ospita.

Contatti: Giuseppe Amapani amapani.giuseppe@gmail.com

Perchè lo facciamo?

Bisogni
– Promuovere la conoscenza e il ricordo di eventi storici cittadini che si stanno perdendo.
-Sostenere e incentivare il protagonismo giovanile attraverso la realizzazione di workshop e tavoli di lavoro che li vedono creatori e fruitori di contenuti visivi e multimediali.

-Utilizzare la street art che, abbandonando i luoghi della fruizione artistica convenzionale, si riappropria degli spazi urbani e collettivi dando loro un rinnovato valore attraverso la restituzione della memoria storica.

Soggetti
-Comune di Parma
-Abitanti di Parma e Provincia
-Giovani
-Realtà associative e istituzionali
-Stakeholders (turisti, reti territoriali,fruitori dei quartieri coinvolti,famiglie etc..)

Motivazioni
-Costituzione di una società che si rispecchia in valori apartitici ed eterni.
-Incrementare la presenza, non immediatamente fruibile, di “supporti alla memoria”, la cui assenza rende difficile il riconoscimento e ricordo degli avvenimenti.
-Creazione di gruppi di lavoro che mirano non solo ad acquisire competenze, ma anche a fornire modalità di formazione alternativa, facilmente accessibile e gratuita.
-Necessità di una fonte di continua riflessione per un’identità storica e sociale basata sulla
coesione e sulla solidarietà collettiva.

Obiettivi
-Generale: creazione di due tour
-Specifici:
1-creazione di 3 macro-aree di lavoro (storica, artistica, multimediale)
2-attivazione di workshop cad.un’area tematica
3-realizzazione in diverse fasi dei contenuti visivi e multimediali

Cosa ci aspettiamo?

Sviluppare il progetto in entrambe le direzioni (fisico e virtuale) consentirà di fruire dei contenuti a vari livelli, che ci si voglia soffermare sull’estetica dell’opera, che si vogliano approfondire gli avvenimenti o che si sia interessati ad ascoltare racconti e aneddoti.
fattori innovativi
-Museo a cielo aperto con fruizione libera o accompagnata (a livello mediatico);
-Partenariato con realtà associative e istituzionali che collaborano tra loro;
-Protagonismo giovanile;
-Utilizzo della tecnologia a fine culturale turistico;
-Utilizzo della Street Art come strumento di conoscenza;
-Creazione di workshop formativi gratuiti le cui competenze possono essere spese in futuro ambito lavorativo.

risultati attesi
-Conservare la memoria degli avvenimenti storici;
-Promozione di una identità sociale basata sui valori della solidarietà e cooperazione;
-Conoscenza e sensibilizzazione di una memoria storica veicolata dai giovani per i giovani tramite una metodologia di peer education;
-Possibilità per le scuole, di ogni ordine e grado, di innovare l’offerta formativa scolastica;
-Possibilità per turisti e cittadini di fruire liberamente e gratuitamente dei tour.

impatto sulla comunità breve-lungo periodo
-Crescita del senso di appartenenza;
-Servizio di fruizione gratuita per l’intera comunità;
-Aumento delle conoscenze storico-culturali;
-Creazione di un network di collaborazioni tra realtà pubbliche, private e liberi professionisti;
-Incremento del turismo e potenziamento economico dato dall’offerta storico-culturale;
-Parma può segnare il passaggio dai Borghi Dipinti (piccoli centri dove l’arte muraria, avallata dalle amministrazioni, è stata strumento di rinnovamento estetico del borgo e veicolo di storie) alle Città Dipinte.
-Celebrazione del centenario delle Barricate, Agosto 1922/2022

Quanto ci serve da ThinkBig? EUR 45.000,00

Al BalcÓn

All’uscio

B.R.A.C.I.

Cantieri Culturali

Ci sono anch’io

Cinema & Gestalt

Compety

Distopie

Drinkit

Entra in gioco!

EquaMente

Excurious Path

Fatto a Parma

Fleople.com

Fuori dal Coro

Guide Junior

Gustiamoci!

Human Books

Idee in LUP

Il Fontanone

ImproveOltretorrente

ImPRoving our city

In strada caduti in strada rinati

Insure Space

L’astronave di Babu

Langhirano – la Città del Vino

Leggende e sentieri d’Appennino

Logos P.E.C.

Luoghi in Comune, generazioni connesse

Monte Fuji

MU.DI.CO.

Officina “Cre-arti”

Panchina Post Pandemica

Panes – Mixing Cultures

Parma Positiva

Parma Street Art Festival

Parma Tales

Persona

Pianta.me

Profashion

Quartieri d’arte

Radici Ibride

Residenza d’Artista

Sliding Doors

Social Circus

Society

Storie di Coraggio

Storie fatte in casa

Tango terapia di gruppo

TANGRAM

Teatro Migrante

Torniamo al NOI

Trame (tra me e te)

Tutto per un corno

Ventie20

Vertical Farming Education

vie di pASSAGGIO

With Me

WorkAround